Lampade a sospensione


Lampade a sospensione – Le più usate e le più ricercate perché incarnano lo spirito di quello che è l'illuminazione d'ambiente

 

Le lampade a sospensione sono il primo vero oggetto che (anche in maniera del tutto inconscia) andiamo a ricercare mentre ci aggingiamo ad entrare in un ambiente che non conosciamo. Sicuramente ci permettono di avere una prima opinione sul gusto di chi ha arredato il locale in questione e ci aspettiamo che siano sempre il fulcro dell'ambiente che le circonda, notando immediatamente se qualcosa, stona con loro e raramente, a meno di casi eccezionali, se invece accade il contrario. Attualmente poi abbiamo imparato a fare molto più caso ai materiali con cui sono realizzate; se sono ad esempio "green" con elementi naturali, se hanno una illuminazione a basso consumo, se sono LED o tanto altro. Insomma, se qualcuno sbaglia la lampada a sospensione dentro una stanza, non ne siamo sempre troppo contenti, ammettiamolo!

 

La lampadina giusta per la nostra lampada a sospensione

Oltre a guardare bene al tipo di attacco ed alla capacità del singolo lampadario, possiamo fare attenzione alla posizione della lampadina. Alcune sospensioni difatti sono progettate per tenerla totalmente esposta, altre possono avere un diffusore che ne attenua l'effetto ed altre ancora la velano, ma non totalmente. Le nuove tecnologie ci permettono di avere lampade a sospensione con luce fissa, dimmerabile, orientabile, con sensore crepuscolare o tanto altro ma la regola base è quella di non montare mai la lampada in posizione troppo bassa se non deve andare ad illuminare in modo particolare un tavolo posto subito al di sotto e dove non può esserci un passaggio di persone (anche in questo caso comunque con qualche riserva).

 

Se fosse troppo bassa infatti, impedirebbe di passarci sotto in maniera facile, potrebbe trovarsi troppo nel mezzo in occasioni con più persone, potrebbe essere urtata accidentalmente e tanto altro. Considerando quindi un tavolo (anche fittizio) al suo immediato "di sotto", potrebbe essere buona regola posizionarla entro 1 metro al di sopra della superficie del tavolo stesso.

 

Il cavo delle lampade a sospensione: possiamo nasconderlo sempre?

Molte lampade a sospensione hanno una coppetta abbastanza capiente in cui poter avvolgere e nasondere parte del cavo. In quel caso l'unica accortezza è quella di non esagerare e di riuscire a tenere la coppetta stessa bene in tensione contro il soffitto, senza lasciarla a penzoloni con un effetto estetico tutt'altro che gradevole. Spesso invece la coppetta è piuttosto piccola per fini stilistici e allora potremmo essere tentati di tagliare il cavo accorciandolo. Per fare un'operazione del genere il consiglio è quello innanzitutto di misurare bene a quale altezza vogliamo che rimanga sospeso il corpo della lampada e poi (preferibilmente con l'aiuto di un esperto) accorciarlo in maniera pulita, tenendo presente lo schema dei fili e dei contatti del cavo originale, per non rischiare di perdere (spesso oltre la garanzia) anche la funzionalità stessa.

Filtra i prodotti per:

Prezzo
23 999
Marchio
more... less
Funzione d'uso
more... less
Colore
more... less
Prodotto aggiunto alla lista dei desideri
Prodotto aggiunto per il confronto.

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.